27 Gennaio....Giornata della Memoria

Avvicinandosi la data del 27 gennaio, storicamente la giornata della memoria, sento molto spesso sottolineare le problematica relativa alla perdita di memoria.

Pian piano i testimoni reduci non ci saranno più, come faremo a ricordare?

Il mio pensiero è che bisogna guardare alle cose silenziose che vengono nutrite in profondità e senza rumore dagli eventi del passato, che vivranno in eterno e si svilupperanno con vigore

E a proposito di nutrimento, Un esempio c'è lo fornisce il cibo, il cui rapporto con la religione è innegabile e differente nei vari contesti religiosi e può essere benissimo l'emblema del nostro mutamento sociale che unisce la tradizione con l'innovazione...per me la più alta forma di integrazione.

Esistono tante mense scolastiche fornite di nutrizionista, che tentano di integrare i vari menu dei bambini, sia rispettando le esigenze di intolleranze alimentari , sia le esigenze religiose.

sono sempre maggiori i venditori di Kebab, non facciamo altro che vedere negozi vegetariani spuntare in città... e la frequentazione di questi posti è veramente variegata: dai ragazzi alle coppie mature... 

un esempio di grande integrazione alimentare e culturale l'ho avuto quando la ragazza che serve il cibo al kebab che spesso frequento, si presenta; si chiama Hannan, ma di fronte ad uno splendido tavolo pieno di verdure fresche e colorate, mi dice di chiamarla anche Anna .... un suo collega la rimprovera invitandola a non far sconti sulla pronuncia....io intervengo dicendo che forse lo ha fatto per agevolarci, visto che la lingua italiana prevede  la lettera H muta, ma che concordo con lui, forse possiamo aspirarla per ponunciare bene il suo nome!

l'alimentazione come tentativo di rispetto dell'alterità: sia di chi "migra", sia di chi "ospita" in tema di disponibilità delle risorse alimentari.

In sintesi, assistiamo a tante discussioni in tema di immigrazione, ospitalità, approdi portuali... e come si dice, fa sempre più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.

Vorrei mettere un pò di luce su questo aspetto e compito del cibo e del modo di guardare ad esso: un esempio silenzioso di stretto intreccio, figlio prodigio di una memoria antisemita...

 

 

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

27-1-2020