"Hammamet"

Cinema e psicologia

La prima cosa che mi ha colpito è stata la lentezza voluta dal regista che, anche attraverso questa narrazione statica, ha ben descritto la solitudine del potere, del narcisismo, della totale assenza di empatia.
A me è piaciuto molto, gli unici aspetti emotivi della vita di craxi in questo film sono rappresentati dai rapporti cn figlia e nipote.
L'una spinta da una voglia di paterno mai colmata, l'altro spinto da un bisogno di costante approvazione.... Ci racconta due aspetti dell'amore, la cura e il compiacimento, entrambi completamente ignorati dall'egocentrismo.
Complimenti ad Amelio e allo splendido e versatile Favino!

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

18-1-2020