ORDINE PSICOLOGI MARCHE: GIORNATA NAZIONALE DELLA PSICOLOGIA 2020

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

15-10-2020
Ti capita di sentirti indispensabile nelle relazioni che vivi? che fatica!

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

28-5-2020
Spiegare la psicoterapia! Regola numero uno:Non giudicare da uno scatto!

Ho deciso di descrivere cosa sia un percorso di psicoterapia partendo dal cinema, una metafora che spesso uso con i  miei pazienti in seduta.

L'immagine guida di questo articolo è una delle tante del bellissimo film di Benigni "la vita è bella": se dovessimo giudicare la qualità del film da quella scena o da quel fotogramma, ne convenite con me che non avremmo proprio lo stesso pensiero che abbiamo dell'intero film?

 

 

Ecco! La psicoterapia è fatta di incontri tra il terapeuta ed il paziente, ad un ritmo più o meno costante: ogni seduta è lo spezzone del film che stanno girando insieme.

Una singola seduta ha la possibilità e, perchè no, il diritto di essere inutile, difficile, stupida, banale, vuota ecc ecc ecc..... 

 

 

Chiedo sempre alle persone che si rivolgono a me di avere pazienza e aspettare un tempo sufficiente per dare un loro parere, di solito non prima delle 45/50 sedute, ovvero un anno di terapia.

All'inizio sembra un tempo infinito, come un pò all'inizio di un film che sappiamo durare oltre 2 ore, poi però il ritmo prende il sopravvento, la storia prende vita, i discorsi tra i protagonisti ci incatenano lì e ci trasportano verso il finale.

 La vera cura sta nella relazione, nella costanza, nel tempo dedicato a noi stessi, nel ritmo del film che stiamo girando, non esistono terapie magiche, tutti gli indirizzi hanno una loro efficacia fermo restando il tempo e il ritmo delle sedute!

 

E' sempre possibile interrompere la visione di un film, così come la terapia.... rimarremo sempre con la domanda "chissà come finiva"? che, in termini psicoterapeutici, ha un significato profondo connesso alla propria percezione di sè, alla relazione con l'altro e alla capacità di stare con ciò che non ci piace e la relativa frustrazione!

 

 

Se deciderete di rivolgervi ad un terapeuta, valutate l'idea dell'investimento: si fa un piccolo mutuo su un bene che, al contrario dell'auto o della casa, alla fine del finanziamento lo troveremo rivalutato rispetto a quanto lo abbiamo pagato!

 

 

buona visione del vostro film!

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

17-5-2020
27 Gennaio....Giornata della Memoria

Avvicinandosi la data del 27 gennaio, storicamente la giornata della memoria, sento molto spesso sottolineare le problematica relativa alla perdita di memoria.

Pian piano i testimoni reduci non ci saranno più, come faremo a ricordare?

Il mio pensiero è che bisogna guardare alle cose silenziose che vengono nutrite in profondità e senza rumore dagli eventi del passato, che vivranno in eterno e si svilupperanno con vigore

E a proposito di nutrimento, Un esempio c'è lo fornisce il cibo, il cui rapporto con la religione è innegabile e differente nei vari contesti religiosi e può essere benissimo l'emblema del nostro mutamento sociale che unisce la tradizione con l'innovazione...per me la più alta forma di integrazione.

Esistono tante mense scolastiche fornite di nutrizionista, che tentano di integrare i vari menu dei bambini, sia rispettando le esigenze di intolleranze alimentari , sia le esigenze religiose.

sono sempre maggiori i venditori di Kebab, non facciamo altro che vedere negozi vegetariani spuntare in città... e la frequentazione di questi posti è veramente variegata: dai ragazzi alle coppie mature... 

un esempio di grande integrazione alimentare e culturale l'ho avuto quando la ragazza che serve il cibo al kebab che spesso frequento, si presenta; si chiama Hannan, ma di fronte ad uno splendido tavolo pieno di verdure fresche e colorate, mi dice di chiamarla anche Anna .... un suo collega la rimprovera invitandola a non far sconti sulla pronuncia....io intervengo dicendo che forse lo ha fatto per agevolarci, visto che la lingua italiana prevede  la lettera H muta, ma che concordo con lui, forse possiamo aspirarla per ponunciare bene il suo nome!

l'alimentazione come tentativo di rispetto dell'alterità: sia di chi "migra", sia di chi "ospita" in tema di disponibilità delle risorse alimentari.

In sintesi, assistiamo a tante discussioni in tema di immigrazione, ospitalità, approdi portuali... e come si dice, fa sempre più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.

Vorrei mettere un pò di luce su questo aspetto e compito del cibo e del modo di guardare ad esso: un esempio silenzioso di stretto intreccio, figlio prodigio di una memoria antisemita...

 

 

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

27-1-2020
Supervisione clinica

NUOVO SERVIZIO DI SUPERVISIONE CASI CLINICI

Questo post è rivolto ai colleghi Psicologi, psicoterapeuti..
Ho deciso di mettere disposizione dei colleghi, soprattutto i meno esperti, le mie competenze acquisite in oltre 10 anni di libera professione.

Propongo incontri di supervisione dei vostri casi clinici, a PREZZI MOLTO AGEVOLATI soprattutto per gli Psicologi abilitati da MENO DI 2 ANNI, che quindi hanno ragionevolmente pochi pazienti.

La tariffa intera non è molto superiore, e sarà destinata a colleghi abilitati da 2 anni in su

VANTAGGI DELLA SUPERVISIONE :
*Vedere le cose da un'altra prospettiva
*Sbloccare qualche terapia in stallo
*Abituarsi al bisogno sano di chiedere e ricevere aiuto così poi da poterlo agevolare nei nostri pazienti
*opportunità di farsi conoscere per eventuali invii successivi

COSA FAREMO?
Non sono necessarie grandi preparazioni del caso, non è un esame sulle vostre competenze acquisite alla scuola di psicoterapia.
Qui nel mio studio si parlerà dei momenti difficili, delle vostre sensazioni di impotenza o incompetenza cercando di collegarle al vissuto che porta il paziente.

Ecco degli esempi che mettono a dura prova i terapeuti:

Le Provocazioni o le seduzioni del narcisista

il depresso arrabbiato

I silenzi degli evitanti e o dissociati o depressi

Il calore dei borderline

L'incastro con gli ossessisivi

La voglia di prendersi in carico il paziente oltre il setting

La voglia di mandarlo via e umiliarlo

il sentirsi attratti dal paziente

Il terapeuta che si distrae pensando a sé, perché accade?

Ecc. Ecc

COME SI SVOLGERANNO GLI INCONTRI:
nel mio studio a Fano, via Stefano Tomani Amiani 1

Il Colloquio sarà il mezzo principale, poi molti role playing,ovvero simulate delle sedute che vi hanno messo in difficoltà...

Le difficoltà sono gli elementi che ci fanno crescere come terapeuti... È solo con loro possiamo scoprire le cose belle a cui non prestavamo attenzione!

Per info e Contatti:

link contatti
 w. App o SMS 333.50.31.409
Valentinastrippoli25@gmail.com
Messanger

 

 

Ti piace questo contenuto? Condividilo sui social:

18-1-2020